Esce per Mimesis Edizioni, “Alfabeto Grillo. Dizionario critico ragionato del Movimento Cinque Stelle”, a cura di Marco Laudonio e Massimiliano PanarariE’ in libreria dal 7 maggio, per Mimesis Edizioni, “Alfabeto Grillo. Dizionario critico ragionato del Movimento Cinque Stelle”, a cura di Marco Laudonio e Massimiliano Panarari.

Volume collettivo, con 19 autori, che dalla A di Ambiente alla Z di Zeigeist analizza luci e ombre di chi raccoglie i consensi di una parte consistente del Paese.

Tra società dello spettacolo, demagogia, “politica 2.0”, polemica senza se e senza ma contro la “casta” e disintermediazione, il Movimento 5 stelle è una delle espressioni per eccellenza della “grande mutazione” della politica nell’Italia di inizio Terzo millennio. Nonché, di fatto, il primo movimento-partito italiano nato dalla popolarità di Beppe Grillo, al contempo comico già televisivo, mattatore nei teatri e Savonarola della rete “oltre la destra e la sinistra”.

Un movimento, tanto agit-prop della democrazia diretta quanto carente di democrazia interna, in cui si possono trovare tratti riconducibili al paradigma del partito personale carismatico e a quello dei partiti populisti, ma che si mostra anche molto “mobile” e adattabile; una forma-partito – oppure “non-partito”, come dicono i militanti 5 Stelle – che rappresenta il prototipo della postpolitica nell’epoca delle democrazie liquide.  E, dunque, una delle manifestazioni della postmodernità e di quelle sue tendenze che stanno cambiando radicalmente (e forse per sempre) il volto della politica per come l’abbiamo conosciuta nella lunga stagione del Moderno e della Prima e Seconda Repubblica italiana. Protagonista di un inedito tripolarismo nazionale il Movimento 5 Stelle è arrivato al centro della scena senza che quasi media e politica presagissero nulla, riassemblando istanze diverse in un patchwork senza sintesi ma risultato convincente. E vincente finché otterrà i voti di milioni di italiani.

Un prisma  pieno di sfaccettature (e anche di contraddizioni) su cui, in una maniera fino ad oggi mai così completa, grazie a una pluralità di interventi, chiavi di interpretazione e autori, si interroga questo volume, il primo dizionario critico ragionato del vero fenomeno politico dell’ultimo decennio.

Il volume è una sorta di “opera aperta” accompagnato in rete da questo sito, un osservatorio sulle evoluzioni di M5S, dall’account twitter @alfabetogrillo e dalla pagina facebook.

LEGGI ANCHE: Perché questo alfabeto (di Marco Laudonio)